Infertilità di coppia

Il peso della componente maschile sull’infertilità di coppia viene troppo spesso sottovalutato. Infatti, si stima che in circa il 50% dei casi di inferilità di coppia, il motivo sia da ricercare in una prevalente ipofertilità andrologica.

Secondo le stime, oltre 5 milioni di maschi italiani in età fertile presentano fattori di rischio potenzialmente dannosi per il sistema riproduttivo, con conseguente rischio di infertilità maschile. Solitamente una coppia si considera infertile quando sussiste il fallimento al concepimento dopo almeno 12 mesi di rapporti regolari non protetti. L’andrologo deve “intercettare” il maschio della coppia infertile all’inizio dell’iter diagnostico-terapeutico :

Perché l’infertilità è una malattia
Perché la coppia diventa più sana
Perché l’infertilità deve essere considerata specchio di salute generale
Perché è economico
Perché è una legge dello stato

Cause e fattori di rischio di infertilità

Tutte le patologie del tratto riproduttivo maschile sono aumentate di frequenza negli ultimi 20 anni e, di conseguenza, è in crescita anche l’infertilità maschile. I principali fattori di rischio per infertilità maschile sono:

Criptorchidismo: la mancanza di uno o entrambi i testicoli
Varicocele
Traumi testicolari
Infezioni del tratto riproduttivo
Cause iatrogene come chirurgia pregressa o chemioterapia
Malattie sistematiche ed endocrine
Esposizione a fattori ambientali e occupazionali
Torsione del funicolo spermatico
Tumori del testicolo
Familiarità per infertilità e poliabortività
Cause genetiche

Nonostante le avanzate tecniche diagnostiche si stima che l’incapacità di concepire spontaneamente per una coppia rimane inspiegata nel 25-30% dei casi.

Il mio approccio per una corretta diagnosi

Anamnesi generale del paziente

In questa fase mi occuperò di raccogliere informazioni sulle sensazioni riferite dal paziente in merito alla sua condizione di salute generale, in cerca di eventuali sintomi significativi.

Esame obiettivo internistico completo

Effettuerò un insieme di manovre diagnostiche volte ad individuare l’eventuale presenza di segnali  indicativi di una deviazione dalla condizione di normalità fisiologica.

Accertamenti strumentali e di laboratorio

Si tratta di esami che ti prescriverò se possono essere utili per giungere alla diagnosi, ad esempio tutti quegli esami atti a verificare la reale funzionalità dello spermatozoo.

Indagine cause Andrologiche specifiche

Verrà indagata la eventuale presenza di patologie di tipo genetico, metabolico od endocrino; lo stile di vita; le caratteristiche dei genitali, eventuali patologie pregresse dell’apparato genitale e l’attività lavorativa svolta.

Chi è il dottor Stefano Fiordelise

Dopo aver superato l’European Board of Urology (diploma di abilitazione europea in urologia) a Londra, ha ricevuto il conferimento di 4 master di secondo di secondo livello in andrologia e medicina della riproduzione dall’Università degli Studi di Padova.

Durante la sua carriera ha collaborato con importanti enti nazionali, tra cui le università degli studi di Padova, Pavia e il Policlinico San Matteo.

Altre Specializzazioni

Disfunzione Erettile

Disfunzione Erettile La disfunzione erettile è un problema che affligge milioni di uomini in Italia ed è diffusa in ampie…

Incontinenza Urinaria Maschile

Incontinenza Urinaria Maschile L’incontinenza urinaria è caratterizzata da perdite involontarie di urina che solitamente arrecano parecchio disagio a chi ne…
Menu